martedì 14 marzo 2017

un anno senza te...

Stasera ho freddo!!! ....anche se ti sento vicina, anche se sei qua....ti sento mamma.. sento la tua presenza.. il tuo respiro.ti vedo nella penombra della stanza.. so che vorresti parlarmi..lo so quel che mi vuoi dire; che finalmente sei "felice" ...un anno senza di te... stasera ho paura.. terrò la luce accesa stanotte... mi vien da urlare mamma ---che orribile... sto forse peggio oggi di allora. ora so cosa vuol dire la tua assenza ...non sentire la tua voce.. non bastano i ricordi ...Anzi fanno male... non mi consolano. non attenuano il dolore. lo accentuano.... scusa mamma. per quello che non ho mai capito, per quello che non ho mai apprezzato...

mercoledì 1 marzo 2017

14 marzo 2016

Marzo..mese doloroso triste. inizia oggi un conto alla rovescia.meno 13 - 12. 11. 10 - etc.... alla tua vita celeste.....e 22 gg a quello che sarebbe stato il tuo compleanno terreno ..
"Certi dolori non passano: a certi dolori ci si abitua, e certe volte neanche abituarsi basta. Perdonami, mamma, per queste lacrime, e perdonami, mamma, se i tuoi sorrisi e le tue raccomandazioni non mi hanno evitato questa tristezza: è che oggi sento più forte il bisogno di abbracciarti e, invece, posso star qui soltanto a sognarti poichè trovo sollievo quando vieni a trovarmi nei miei sogni... è un appuntamento che attendo felice.. il tuo sorriso, il tuo volto e la tua voce.. mii danno un attimo di tregua a quel grande dolore che lascia la morte... Ci sono vuoti, che niente al mondo potrà più colmare..assenze dolorose come spine nel cuore..,immagini ferme immobili..ricordi..sorrisi e lacrime.. .. tutto è fermo al 14 marzo ... o tutto inizia da quel giorno? io so che da allora non sono più la stessa.. mi guardo allo specchio e ogni giorno assomiglio un pò di più a te..
chissà..
mi manchi tanto mamma ....
..
io ti immagino sai, sempre accanto a babbo. sempre la a litigare.. ma poi a prendervi per mano..
ti rivedo sotto la pioggia bagnata come un pulcino, ti rivedo e ti rivedo ..
anche accanto a me in auto mentre andavamo al mare...e risento il tuo respiro...
ricordi ricordi tanti ricordi .. sale sabbia...sole rabbia ...

Dove sarai ora, mamma? E cosa starai pensando? Il tempo non cancellerà il tuo ricordo, anzi ne ravviverà i colori: sarò sempre qui a pensarti, sognarti, immaginarti. Non ci sarà mai  niente di più bello che abbracciare, anche solo per poco, la tua vita eterna".

"C’è una ragione per ogni cosa. Anche alla morte c’è una ragione. E anche all’amore perduto. Se la morte ce lo porta via rimane sempre un amore. Assume una forma diversa, nient’altro. Non puoi vedere la persona sorridere, non le porti da mangiare, non le arruffi i capelli… Ma quando questi sensi si indeboliscono, un altro si rafforza. La memoria. Essa diviene tua compagna. Tu l’alimenti, tu la serbi, ci danzi assieme. La vita deve avere un termine, l’amore no. E il mio amore per te, cara mamma, non finirà mai: continuerei a gridarlo dovesse finire il mondo".


venerdì 12 agosto 2016

assenze e mancanze

oggi il dolore è forte. è come se fosse ieri, oggi... non passa, non può passare,.mi manchi e il cuore duole, si squarcia .. mi manchi e lo grido alla luna, lo grido al cielo, la tua assenza è così pesante, che toglie il respiro, ti vedo in ogni dove, ti sento in ogni odore... ti penso, e piango, e urlo MAMMA MI MANCHI....mi manchi talmente tanto, che vorrei essere con te.. vorrei un tuo abbraccio un tuo sorriso, una sola tua parola, ma niente torna...tutto è stato, spero solo che ci sia vita oltre, spero di poterti riabbracciare mammina mia.. di poggiare la mia testa al tuo seno, di poter dire, sono a casa,. sono con te... nulla mi consola. nulla mi placa.. è solo dolore eterno dolore e tu non sei accanto a me...

quanti dolori in questo cazzo di vita.. 
a che serve vivere se non hai nulla? vita è dolore, sofferenze... lacrime...

se tu non ci sei, se lui non c'è..
assenze.. 
mancanze..

ti cerco e tu non rispondi
ti cerco e non ci sei
vi cerco e il mio cuore lacrima, corona di spine sul mio capo, dolore che non sminuisce, ma che accresce.
la voglia di vederti, di parlare con te, di chiamarti di urlare il tuo nome MAMMA MAMMA MAMMA

e tu figlio mio sempre assente, sempre assente, sempre lontano...

quanti vuoti impossibile colmarli,
quanti dolori, impossibile placarli

ho solo voglia di morire...
vorrei morire... Dio mio, non voglio vivere, non ne ho le forze,non ne ho le ragioni.. non ne ho scopi..
io ho solo vuoti, tanti, troppi.




venerdì 8 aprile 2016

mamma ..

Ci sono quei giorni in cui mi manchi di più.
Mi manchi sempre, ma alcuni giorni sento il dolore fisico della tua mancanza, una morsa al cuore, un dolore che lacera.che non lascia respiro..
Oggi è uno di quei giorni.
Quei giorni in cui non voglio vedere nessuno, non voglio parlare con nessuno, non voglio alzarmi dal letto la mattina, non voglio vedere la luce de sole, non voglio sentire il rumore delle macchine, il rumore della vita fuori casa. ..
Sento la tua mancanza..ma per assurdo, ti ritrovo in ogni cosa...sento la tua voce...
più passa il tempo, più mi manchi.
e più passa il tempo, più non so stare senza te.

e mi mi tengo dentro il vuoto che di te mi resta.....

Mi manchi mamma.
Ti voglio bene.


MAMMA MI HAI INSEGNATO TANTE COSE, MA NON COME SI VIVE SENZA DI TE.....

sabato 30 gennaio 2016

massimo....

Figlio mio,avevo deciso di dire fine a questo mio blog/diario..quello che volevo che tu sapessi l'avevo scritto proprio col mio ultimo post dell'anno scorso, ti chiedevo scusa..
scusa Massimo, scusa ....
ma oggi la tua assenza è troppo forte, mi manchi
mi manchi nella presenza..
ho voglia di sentirmi chiamare mamma..
Massimo mi manchi,..
non lo devo dire... non lo devo pensare.. nessuno deve sapere che soffro..nessuno deve sapere che piango.. nessuno deve intuire la mia angoscia, il mio dolore...
devo soffocare il nodo alla gola, urlarlo dall'anima per non far uscire voce... mi manchi ...mi manca tutto di te..
e sto male, male da morire... anima mia...
ma nessuno deve sapere, perchè nessuno vuole capire ..
ti amo figlio mio
e muoio un pò ...

giovedì 2 aprile 2015

e mi piangono i ricordi..
cumuli di ricordi..
come un velo sollevato vedo tutti i miei errori
e  ti chiedo

SCUSA...

scusa se sono stata una cattiva mamma.
scusa per quello che posso essere stata..e per quello che nn sono stata
scusa per tutti gli errori che ho fatto
scusa per tutti glia abbracci mancati.
scusa per i baci della buonanotte non dati
scusa per ogni volta che non c'ero
scusa per tutto, e se non puoi per tutto, scusami almeno un pò..
scusami Massimo...scusami ...scusami... scusami ....scusami ti prego!!!
perdonami vita mia...

a quel punto credo di aver pianto,solo che invece di rigarmi il viso,le lacrime restarono dentro e si accumularono nel petto fino a farmi male ...
---Non dimenticare mai che l’amore che provo per te è come il vento: non potrai mai vederlo, ma potrai sempre sentirlo… Ovunque sarai.

Massi, sei tornato nei miei sogni questa notte.ma non è stato un bel sogno..
forse ancora oggi dopo tutti questi anni,non ho ancora metabolizzato la tua lontananza..il tuo abbandono..la tua separazione..la tua assenza-
sai che non so come si dice quando un figlio si allontana dalla mamma e non la vuole più ne vedere ne sentire..c'è un aggettivo che sintetizza tutto questo?


Eri piccino, nel sogno...
io ti stringevo al cuore ( come orgogliosa e  felice di te ho sempre fatto..), .il tuo piccolo corpicino riscaldava il mio cuore..
tu ti dimenavi, non volevi il mio abbraccio,
poi nel sogno caos,lo ricordo appena..
quel che invece ricordo bene, è il finale del sogno..
tu che prendevi tutte le tue cose e te ne andavi da casa....
mi dicevi; mamma io trasloco ..vado via...
l'hai fatto davvero da "grande", mi hai lasciata piangente in mezzo ad una strada,  non ti sei neppure girato a salutarmi...


lo so,non ci riuscirò mai, nn supererò mai questo abbandono, ferita sempre aperta...e come nel sogno, piango sola col mio immenso dolore..
non parlo più di te, non racconto più di te...a nessuno..
faccio fatica nominare il tuo nome..perchè non è vero che tutto passa.. ma è vero che a volte si trasforma..

sei diventato un "qualcosa" solo mio... e nessuno capirebbe!!
i ricordi sono assolutamente dentro di me, come una seconda anima... una vita mia..
ti voglio bene,
mamma






venerdì 13 marzo 2015

Quanto, ma quanto mi manchi...talmente tanto da sentire il vuoto attorno a me..
c'è un amore ETERNO,è quello di una madre per il proprio figlio ..
nn può mai essere scalfito, non ha scadenza..ed è puro.forte... unico!
io ti amo figlio mio..
mi basta un tuo messaggio per sentirmi la MAMMA più importante del mondo.
di questo mi sento ricca.
di questo si riempie il mio cuore..
non posso trattenere le lacrime,perchè non le controllo..
loro escono sempre...
basta che io pensi a te amore mio unico....


venerdì 6 marzo 2015

mancanze e mancanze .....

Tutti prima o poi smettono di mancarti, man mano, diventano dei fantasmi: quando non vediamo i loro visi, non sentiamo più la loro voce. Succede. Un giorno accade quello che ti sembrava un dolore insuperabile, una mancanza impossibile da colmare, si ridimensiona. E l’unica cosa che ti manca è farti mancare qualcuno....

lunedì 2 marzo 2015

Quanto dolore dovuto alla stupidità umana...
quanti errori ci possono essere addossati?
e di quanti mali dobbiamo saper portare il peso?
non è facile vivere. è duro sopravvivere ...
si va avanti.. si prova e si riprova..
e se una volta non basta si ritenta..
perchè la vita è tutto un tentativo ...
ma chissà se è vero che il tempo ripaga.....
Ognuno di noi, attraversa nella vita momenti di pura infelicità..
ad alcuni manca l'essenziale..
ad altri l'allegria nell'anima..

a me manca tutto....

sabato 28 febbraio 2015

Ci sono certi dolori che non passano mai....ferite che non si rimarginano mai..
ho sfogliato un ricordo..che non ingiallisce mai..che non sfuma..eterno.come l'amore di una mamma...

lo so, sono ripetitiva. noiosa fino allo sfinimento, ma.. questo è il mio "diario" qua ci sono i miei sentimenti, i miei pensieri..
i miei momenti...il mio vivere...
e qua trovo sollievo e  sfogo..
digito in questo "foglio" bianco tutti  i miei pensieri più intimi.  i sentimenti che nascondo agli altri..
quello che vorrei dire a   te figlio mio.. 
.

oh se solo tu mi potessi, sapessi, o meglio volessi ascoltare..

passano i giorni,le stagioni.... ma in me non si è modificato l' immenso  amore che nutro per te..anche se sono delusa..e intimamente anche offesa..
in ogni caso ho voglia di vederti, di ridere con te... di stringerti al cuore..
mica solo voglia di tenerezze sai, perchè ho anche tanta voglia di mollarti uno schiaffo, di farti un pò di male,  per far capire alla tua pelle  tutto quello che tu hai fatto a me .....o almeno in piccola parte...te lo meriteresti sai.. eccome! 
forse non ti ho insegnato abbastanza il significato dei VALORI; non si possono far soffrire le persone, non le puoi trascurare.. non  puoi negarle...
ma dimmi, come fai a vivere  così?

e io sono stanca di  questo viaggio infinito..
le strade sono segnate sul mio volto..ogni giorno una piccola ruga in più...

Massimo ti penso...Massimo, mi manchi...



giovedì 5 febbraio 2015


E' il giorno dell'attesa del big snow oggi.. si attende la grande nevicata 
ma invece piove, ma forse no, nevica.. ma forse no...
è pioggia mista a neve..
è quel tempo che rattrista, che ti blocca in casa. che ti imprigiona i ricordi..
che mescola le tue lacrime al sale...il  sorriso con una smorfia..
sono quei giorni che sei proprio sola, nel quale non  c'è nessuno che ti stia accanto, 
e  così i pensieri volano..
mi vengono in mente frasi che voglio  fissare..incidere .. le voglio dedicare a te;

- e poi ci sono persone che possiamo raggiungere  solo con il nostro  pensiero ....superando grandi ostacoli; come lacrime e dolore....anche se ci sarà sempre l'assenza di un abbraccio..di un tenero sorriso, di una smorfia.. di un gesto, di una carezza... 

è un pensiero dedicato a te che non sei solo persona, ma sei  FIGLIO...

con infinita tenerezza socchiudo gli occhi, allungo la mano e accarezzo il tuo viso, stringendo al mio cuore la tua mano...ti ho raggiunto tesoro mio...


mi manchi.....


venerdì 19 dicembre 2014

prima di dormire ..





come ogni sera, fin dal 6ottobre 2007...
sola col mio dolore  spengo la luce del giorno...
...
stanotte ti ho sognato Max.. era buio,eri solo nel tuo letto,
mi hai chiesto di venire nel mio lettone...
ti ho fatto spazio.. ti ho stretto la mano... ti sei rasserenato..e ti sei addormentato..

io invece mi sono svegliata..per non riuscire più a riaddormenarmi......


mi sento sola,mi sento tradita....
mi sento vuota, scatola a perdere..
...mi si è spenta la vita...

in questi gg di festa mi pesa ancor di più la mia solitudine!!






lunedì 15 dicembre 2014

senza parole!!!




Le mancanze ti fanno a pezzi.

martedì 9 dicembre 2014

invisibile

Cosa scrivere quando quello che senti che provi è identico da sempre?
non cambia il mio stato d'essere-
non cambia il passato..
non cambia il presente...
non cambierà il futuro.. o forse si, in peggio perchè ogni giorno segnato nel mio calendario scandirà ancora giorni senza te.. settimane..
mesi..

e si accumuleranno ancora  anni  uno dopo l'altro....
e diverrà il resto della mia vita... 
diverrà un capello bianco in più, una ruga aggiunta... un sorriso in meno..

un tempo infinito senza la tua voce, senza sentirmi chiamare mamma... 
senza il gesto di una carezza...o l'accenno di un sorriso...e quel che è peggio, senza neppur un pensiero da parte tua ...

intanto  continuo ad avere dentro di me questa forte sensazione di essere inutile..
di essere superflua...
di non contare.di non valere...
di essere trasparente...invisibile...
di non esistere ...


e, allora quanto  ha senso questa mia inutile vita?


e forte  il dolore batte dentro il mio petto come un secondo cuore..



sabato 29 novembre 2014

non ce la faccio più....
mi accorgo che lentamente
sono morte tutte le speranze..
non c'è più luce.
vedo buio..

a volte come ultima  soluzione del mio tanto soffrire mi gira per la testa il desiderio di morire...
e ci penso, a volte intensamente...
a volte mi accorgo che basterebbe un attimo. ma giusto un pelo..
poi mi guardo attorno, e penso che non posso far soffrire chi rimane...
è giusto che io smetta di soffrire e lasciare nella disperazione le persone che mi vogliono bene
(quelle due o tre, comunq non di più) ???

so solo che che il mio cuore non ce la fa più...
che al mattino mi sveglio, con il mal di testa con le vertigini e piango piango per un nonnulla ..
che urlo da sola...che cerco la solitudine..
che aspetto la sera per chiudere il mondo fuori..

e navigo su quel mare che è internet e cerco di lui...
quelle poche cose che trovo me le faccio bastare,è una goccia..
è un sentire quel figlio lontano un pò più vicino..
è come se fossi nascosta dietro ad una tenda e lo spiassi....

cattivo cattivo cattivo ......sei cattivo!!




venerdì 28 novembre 2014

Franco Battiato - La Cura





....la canzone d'amore più speciale che abbia mai sentito... 
questa canzone non si riferisce solo all'amore in senso convenzionale ma all'amore in senso molto più ampio, direi che qui si rilevano tutto quello che riguarda "L'amore" verso il creato...


giovedì 30 ottobre 2014

imparerai....

Figlio mio,
davanti a un problema grosso, a una scelta difficile, segui il consiglio dei cinesi: esci da te, e immagina come sarai (e con chi) fra vent’anni.

Poi ritorna in te, e prendi la tua decisione....


"Dopo un certo tempo imparerai la differenza tra dare la mano e soccorrere un’anima…
Imparerai che amare non significa appoggiarsi e che compagnia non sempre significa sicurezza. Inizierai ad imparare che i baci non son contratti, né omaggi, né promesse…
Inizierai ad accettare le tue sconfitte a testa eretta, alta, guardando dritto davanti a te, con l’allegria di un adulto e non con la tristezza di un bambino. Scoprirai che molte volte solo sfiori le persone che ti importano di più, e pertanto dobbiamo sempre dir loro che le amiamo, in quanto mai saremo sicuri di quando sarà l’ultima volta che li vedremo. Imparerai che le vere amicizie vanno crescendo nonostante le distanze, che non importa quello che si ha, bensì chi si ha nella vita… Scoprirai che i veri amici sono la famiglia che noi abbiamo scelto. Vedrai che richiede molto tempo il riuscire ad essere la persona che vogliamo essere e che il tempo è breve. Imparerai che non importa dove sei arrivato, ma dove sei diretto e, se non lo sai, qualsiasi posto è utile… Imparerai che se non controlli i tuoi atti questi ti controlleranno e che l’essere flessibile non significa essere debole o non aver responsabilità, perché non importa quanto delicata e fragile sia una situazione, in quanto esistono sempre due lati. Imparerai che gli eroi son le persone che fecero il necessario affrontandone le conseguenze.
Imparerai che la pazienza richiede molta pratica… Scoprirai che certe volte la persona che tu ti aspetti ti possa schiacciare quando cadi, forse sia una delle poche che ti aiutano ad alzarti.
Maturare ha più a vedere con quanto imparasti con le esperienze che non con gli anni che hai vissuto. Imparerai che c’è in te del tuo paese molto più di quello che supponi…
Imparerai che mai si deve dire a un bambino che i suoi sogni sono stupidaggini, poiché poche cose sono tanto umilianti e sarebbe una tragedia se ci credessero, perché avresti tolto loro la speranza… Imparerai che con la stessa severità con cui giudichi sarai anche giudicato e, a un dato momento, condannato. Imparerai che non importa in quante parti il tuo cuore fu diviso, il mondo non si arresta perché lo si ripari… Imparerai che il tempo non è qualcosa che può ritornare, pertanto devi coltivare il tuo giardino e decorare la tua anima invece di aspettare che qualcuno ti porti fiori. Imparerai che quando senti rabbia hai il diritto di averla ma ciò non ti dà il diritto di essere crudele. Scoprirai che solo perché qualcuno non ti ama nel modo che vorresti, non significa che non ti ami con tutto ciò che può, in quanto ci sono persone che ci amano ma non sanno come dimostrarlo, né è sempre sufficiente essere perdonato da qualcuno, qualche volta dovrai imparare a perdonar te stesso. Imparerai che non dobbiamo cambiare gli amici se siamo disposti ad accettare che gli amici cambino. Ti renderai conto che potrai passare bei momenti con il tuo miglior amico facendo qualsiasi cosa oppure nulla, solo per il piacere di sfruttare la sua compagnia… Scoprirai che son necessari anni per costruire la fiducia e solo pochi secondi per distruggerla e che tu pure potrai fare cose di cui ti pentirai per il resto della tua vita. Imparerai che le circostanze e l’ambiente che ci circonda hanno influenza su di noi, ma noi siamo gli unici responsabili di ciò che facciamo. Comincerai ad imparare che non dobbiamo compararci con i più, salvo quando vogliamo imitarli per migliorare. Imparerai a costruire tutti i tuoi cammini, perché il terreno del domani è incerto per i progetti e il futuro ha l’abitudine di cadere nel vuoto.
Dopo un certo tempo imparerai che il sole brucia senza che tu ti esponga troppo…
Accetterai, inoltre, che le persone buone qualche volta ti possano ferire e dovrai perdonarle…
Imparerai che parlare può alleviare i dolori dell’anima.
Allora saprai realmente di poter sopportare, che sei forte e potrai andare molto più lontano di quello che avresti pensato quando credevi di non farcela. È che realmente la vita vale quando si hanno il valore e il coraggio di affrontarla…”

 Imparerai - Jorge Luis Borges

giovedì 23 ottobre 2014



mi manchi tutti i giorni della mia vita.in ogni percorso, in ogni attimo,in ogni gesto... 
mentre non manchi nei miei pensieri..
e non trova pace questo cuore di mamma..
la tua assenza il tuo silenzio assordante... è dolore atroce,spina nel cuore..costante!

' difficile cancellare le tracce profonde 
che gli avvenimenti lasciano nella nostra anima. 
Siamo il risultato del nostro passato, 
siamo la vita stessa che ci e' cresciuta dentro 
come il frutto di una pianta, 
con i colori, i profumi, le imperfezioni 
che i venti e le piogge hanno impresso sulla sua superficie. 
Noi siamo il nostro passato e dimenticarlo
e' l'impresa piu' difficile del mondo.
Sta in noi scegliere se diventare uomini nuovi
o rimanere vecchi come i nostri anni e i nostri ricordi."


Non resta che una nostalgia. La nostalgia della casa paterna, del bene, del bello. L’odore del pane, il profumo di un giardino, dell'erba appena tagliata... Del calore di un fuoco, del sorriso di un volto… 

Nostalgia arcaica e sempre nuova. Rumore di vento tra le fronde di un bosco, canto di un ruscello che corre tra i dirupi… Sussurri di parole vere, labbra fresche da baciare, bambini da abbracciare.

Nidi da raccogliere e da posare con delicatezza tra i rami dell’albero , tramonti da contemplare, cieli stellati in cui spaziare.

Nostalgia di cose semplici e quotidiane ma che riempiono il cuore di gioia e gli occhi di lacrime.

Nostalgia di corse senza fine mentre il fresco soffio del vento crepuscolare sussurra parole lievi e una carezza tra i capelli...

Ora c'è sete di potere, le parate dove primeggiare, le danze in maschera dove si celebra il culto dell’apparire, i soldi da contare, le bellezze artificiali ...

Nostalgia che sale, del giardino, delle cose vere, di un uscio che da sempre mi attende. Beata nostalgia,


tornerei a casa......


lui è qua, davanti a me.
Mi ritrovo a correre verso di lui; Dio com'è cambiato tanto..
E' un uomo ora.
Mi avvicino, lo abbraccio sussurrandogli all’orecchio un “MI SEI MANCATO tanto tanto"
La guardo e vedo in lui felicità, insieme a rimorso e con un pizzico di rabbia...

Lui timidamente mi sorride e ricambia l' abbraccio. Forte forte.
il mondo che ritorna..
il profumo dei ricordi perduti mi avvolge
impetuoso...ma chissà perchè ora mi scendono le lacrime..

Lo abbraccio e non voglio più dire addio a questa sensazione di calore che mi avvolge..
Sto bene, io so che ora sto finalmente bene..

Il resto del mondo non esiste più..
Il dolore di ieri è dimenticato.il passato è divenuto il presente..
Ora finalmente sorrido..il cuore inizia a battere..torno a vivere...
Massi che mi stringe al suo cuore..
Massi che mi dice "mi dispiace, mi dispiace tanto" ..in tutto questo tempo ti ho sempre pensata..
Massi che mi fa vedere cartoline ingiallite dal tempo, che mi scriveva, ma che mai inviava..
MAssi che scriveva, ti voglio bene...mi manchi...

Ma come sempre mi sono svegliata sola, abbracciando il cuscino e le uniche cose che accarezzavano il mio viso erano solitarie lacrime. mi accarezzavano promettendo di tornare. ..
Domani come oggi, come ieri, come allora...


Il tempo inarrestabile scandisce attimi che restano fermi nella nostra mente e sono solo loro a raccontarci ;


"non ce l' ho con te"
e non darti pena sai per me..
ti voglio bene lo sai... mi dicesti..

ma;

..mi sembrava di crollare piano piano
mentre piano piano tu andavi via...
senza mai voltarti indietro..

e chissà se prima o poi..

e chissà se tu avrai mai compreso,
se ti sei voltato indietro...
e chissà' se prima o poi..

e chissà se ogni tanto penserai a
come te ne andasti via...

e chissa' se prima o poi
se tu avrai compreso mai

e chissa' se prima o poi
se ogni tanto penserai
che io sola ... resto qui

e chissà
se adesso che sei dovunque sei..
se ti arriva il mio pensiero....

chissà se ne ridi o se ti fa piacere

chissà se sai come MI MANCHI..


Il vento inizia a giocare con i miei capelli si rincorrono sogni ormai svaniti.
Le foglie formano tanti cerchi intorno a me...
l'aria inizia a diventare pungente,
si scaglia contro la mia persona,
mi penetra negli occhi...
Una lacrima scende a solcarmi le guance,
fa freddo per strada, non c'è più nessuno...
solo io ed il vento.
Ecco, ora sono proprio sola
il vento si è placato e l'aria inizia ad accarezzarmi...
non è più fredda, non è più pungente,
non mi irrita più gli occhi..
e allora perchè continuo a piangere.... 



martedì 21 ottobre 2014

pensieri per Mio Figlio

Pensieri per mio figlio...
Chissà quante volte non mi hai capita..o non hai voluto capirmi.. o capire..
chissà quante volte hai pensato che io sia stata ingiusta ..o addirittura  cattiva...
...quante volte Massimno ti sei dimenticato  che ti ho dato la vita?
quante volte figlio mio ti sei dimenticato proprio di me...
E ora addirittura  che  sei andato  lontano da me,già  hai messo km su km dal mio cuore di mamma al tuo  di figlio.

Ci sono giorni e giorni nei quali  io soffro  per te....(sono un pò bugiarda, soffro ogni giorno...)
Ma ricorda mio caro figlio che io ti amo sempre al di sopra di tutto ....

Ricorda che  arriverà un tempo in cui  capirai tutto e magari non potrai più dirmi che ti dispiace...ma non preoccuparti amore mio perchè ovunque sarò io ti sarò sempre accanto...come la luce del sole che c'è anche quando non la vedi!  
Mi manchi...mi manchi....

martedì 7 ottobre 2014

buon compleanno a te Max

Ogni giorno
reprimo pensieri
che affollano la mente
Ogni giorno
reprimo ricordi
su di te
Ogni giorno
reprimo rabbia
per averti perso
Ogni giorno
reprimo il pianto
per non pensarti più
Ogni giorno
reprimo la tristezza
per non ricordarti
Ogni giorno
reprimo il dolore
per non assaporare
l'amarezza che mi hai lasciato.
Ogni giorno
reprimo ogni sensazione
che ho di te
Ogni giorno
è difficile
lasciarti andare via da me.

 
è così,ogni giorno respingo  ricordi,lacrime,sorrisi,risate,volti, la voglia di scriverti, di sentirti,
 
ogni giorno è duro.... ogni giorno è pietra..ogni giorno è un'istantanea mancata..un dolore forte..
ogni giorno che passa è un giorno in meno che ho "vissuto" senza di te figlio mio
mi manchi tanto,
 
e ogni giorno ti ripeto dal mio cuore.
TI VOGLIO BENE..
 
oggi è il tuo 25esimo compleanno..
AUGURI FIGLIO MIO, TANTI TANTI TANTI ...
che tu possa essere sereno..che tu possa realizzare tutti i sogni tuoi...
 
 Auguri per ogni sorriso che ti farà star bene, per ogni sogno che vorrai realizzare, per ogni speranza che ti scalderà il cuore...
 buon compleanno!
 
 
 
 

mercoledì 1 ottobre 2014

“Ottobre, il mese dei ricordi, il mese del caldo abbraccio della natura tra il verde dell’erba e il bruno degli alberi.”—   “Piccole cose” - Stephen Littleword

“Nell’ambito delle sofferenze umane v’è un livello che io definisco “Del silenzio”. La sofferenza profonda. I sentimenti che non possono essere espressi.”—   David Allen

------------
Sentimenti che non possono essere compresi...
Ci sono ricordi che ti tolgono il sorriso....per sempre....
 --oriana

sabato 27 settembre 2014

A volte la vita si dimostra dura. A volte ti dilania. E a volte, quando pensi che sia già successo il peggio, torna indietro a prendersi un altro morso...

Il dolore di una mamma non ha mai una fine...

lunedì 22 settembre 2014


QUESTA IMMAGINE E' L'EMBLEMA DEL MIO STATO D'ANIMO...          
LA TRISTEZZA NON MI ABBANDONA PIU' E' ENTRATA INDISSOLUBILMENTE  DENTRO LA MIA ANIMA. SI E' RADICATA DENTRO COME UN'EDERA..MI E' CRUDELE COMPAGNIA...
NON MI CONCEDE LA POSSIBILITA' DI UN SORRISO RUBATO..
TRISTEZZA E SOLITUDINE COMPAGNE DEI MIEI GIORNI..
SENTO SEMPRE PIU' FLEBILE LA SPERANZA DI POTER TORNARE AD ESSERE ALMENO UN POCO SERENA...
SPERANZA CHE SI RISPECCHIA NELLA POZZANGHERA D'ACQUA PIOVANA...
BAGNATA,TRADITA...ANNEGATA....




 
 

giovedì 18 settembre 2014

“Bisogna proteggere le persone cui vogliamo bene.

E talvolta il silenzio è l’unico modo per farlo.”

          
 
....o è l'unico modo per proteggere se stessi?

sabato 30 agosto 2014

mi manchi..


Massimo mi manchi...
e non posso non pensarti,senza che una lacrima mi strozzi l'anima..
sai i giorni passano, ma il dolore no....è ugualeal primo giorno..
sai stasera c'era un ragazzino che si chiamava come te, che tuffo al cuore, l'ho guardato, poi con la mano gli ho sfiorato i capelli..è stato un gesto di riflesso,pensando a quella tua testona...
ma adesso sto da cani sai..
ma perchè anima mia, tutto questo dolore?
quanto ancora me ne darai?
io ti aspetto sempre,da sempre per sempre... per sempre,
anche perché non è vita, con te così lontano..
io semplicemente non vivo più da quando te ne sei andato
mi manca il tuo chiamarmi MAMMA...mi manca tutto di te.. compreso quello che ho perso..
massimo muoio ogni giorno un po' di più...
non mi risollevo,,è sempre peggio...è un cadere sempre più in giù
,,,, sto malissimo tesoro mio,,

la vita è vuota, spenta, non ci sono albe, ne tramonti...non vedo ne il sole ne la luna..
il tempo è sempre grigio, non fa caldo non fa freddo...
non sento niente..
non ci sono gioie..non c'è sollievo..

tutto è terribilmente fermo...immobile..
io ti aspetto....ma tu non torni a casa..

massimo,cuore mio...
il dolore non ha scadenza, non ha termine... non è una scatola che si può gettare....ma questa scatola contiene tutto il dolore del mondo...

giovedì 28 agosto 2014

solitudine....





Cara solitudine che ti attanaglia la mente, ti prende il cuore...
 solitudine, questa malattia che non ti lascia mai solo...
 ti accompagna nei tuoi lunghi silenzi,
 nelle tue ore del giorno e della notte...
 cara solitudine, come farei senza di te...
 adesso fai parte della mia vita...


 
E anche stanotte sei venuto a trovarmi nei miei sogni.
l'altra notte, nel sogno avevi i capelli bianchi.. chissà cosa significa..
stanotte eri il solito grugnoso...
mi piace sognarti, so che sto con te. ti vivo in qualche modo figlio mio, ma poi mi risveglio sempre,

vorrei urlare...


È una follia odiare tutte le rose perché una spina ti ha punto, abbandonare tutti i sogni perché uno di loro non si è realizzato, rinunciare a tutti i tentativi perché uno è fallito.....

Quanto vorrei riabbracciarti cucciolotto mio 
  
E mi manchi figlio mio
Così tanto che ogni giorno muoio anch'io
Ho bisogno di te
Di averti qui per dirti che
Tu mi manchi figlio mio...
E in assenza di te
Il vuoto è dentro me
Grido il bisogno di te
Perchè non c'è più vita in me  
.

massimo



Non importa quanto tu sia lontano.
I legami di sangue  esistono perchè è così....
Fili invisibili che legano
tutto ciò che gli occhi non possono vedere,
e lo trasformano in emozione, in gioia, in dolore.
... Anche in ricordo.
In sorriso o in lacrima.
Avviene tutto dentro.
Nei meandri del cuore, nei nascondigli della mente.
E vivono come tatuaggio sulla pelle dell’Anima.
E arrivano Ovunque.
E toccano l’Oltre.
Un pensiero mi lega a Te.
Un pensiero che è un legame,tra madre e figlio..."
dovrebbe essere così.. io però non smetto di soffrire,nonostante le belle parole,,nonostante le speranze che sussurrano certe poesie
nella realtà c'è dolore che urla...
urla sempre più silenziose,na sempre più forti nella mia testa e nel mio cuore;
MASSIMO MI MANCHI OGNI GIORNO DI PIU'
 
-


 

lunedì 14 luglio 2014

mi manchi..

Anche oggi è bastata una canzone per riportarmi a terra...per farmi ancora un po' morire...

ti ricordi? ascoltavamo sempre  Tiziano Ferro in auto, mentre ti accompagnavo al mare con i tuoi amici, erano bei tempi felici;


...E il mio ricordo ti verrà a trovare quando starai troppo male
Quando invece starai bene resterò a guardare
Perché ciò che ho sempre chiesto al cielo
È che questa vita ti donasse gioia e amore vero...

E come stai Massi? sorridi o sei triste?
io  spero  che tu stia bene............


mi manchi mi manchi mi manchi figlio mio, tanto...
e questo tuo  silenzio mi morde l'anima...

ti mando un  bacio e un abbraccio forte forte ...

tua mamma...



lunedì 30 giugno 2014

domenica 29 giugno 2014

..e basta un odore, un'ombra... per rievocare un ricordo.. un dolore..
ero al mercato..ho visto un ragazzo che ti assomigliava, lo stesso grugno..
e son stata male, mi girava la testa...mi veniva da vomitare..
Massimo mi manchi tanto....
può un dolore essere sempre così forte ??? far tanto male.. tanto...
non mi rassegno, non mi abituo,,,
mi manchi così tanto  da volerti "dimenticare" .. e non è un assurdo...

io mi accorgo che fingo ogni giorno di stare bene, di non pensare ...di non ricordare..
e forse  di non esistere...forse perché così soffoco i sentimenti..
è come un'anestesia continua..
lo so che se mi risveglio il dolore mi avvolge forte..
e intensa è la mancanza di te figlio mio...


ti odio, giuro che ti odio...
mi hai abbandonata..hai scelto un altro paese,un'altra vita..
la lontananza da me..

sono sola ..
è una solitudine interiore la mia che ormai più niente  potrà colmare..
mi fa male al cuore...
non ti ho vissuto per quasi 7 anni ormai..
ho perso mille istantanee della tua vita.
massimo figlio cattivo cattivo cattivo
ti odio!!!
no,ti amo e mi manchi.......

ma si può "lasciare " la mamma???


CRISIS.

martedì 13 maggio 2014

Il cuore di una madre è un abisso in fondo al quale si trova sempre un perdono.

                                                   


Il cuore di una madre è un abisso in fondo al quale si trova sempre un perdono.  
 


La sentite? Riuscite a sentirla, la voce della mamma?
Dice così:
"Caro Billy, lo so che ormai per te sarò solo un ricordo lontano.
Il che probabilmente è una buona cosa. Sarà passato tanto tempo.
E io non ti avrò visto crescere, non ti avrò visto piangere, né ridere, né urlare,
e non avrò potuto rimproverarti. Ma per piacere, credimi, io sono sempre stata lì
con te in tutti questi momenti. E ci sarò sempre. E sono fiera di averti conosciuto.
E che tu sia stato mio. Sii sempre te stesso.
Ti voglio bene per sempre."
Questa è la mia mamma. Per sempre, dice.
Solo che non c'è nessun per sempre. Non per lei, almeno.
Melvin Burgess, "Billy Elliot"
 
***************************************
 
Figlio mio ho aspettato, ho atteso, controllato ogni istante,per tutto il giorno il mio cell..
ma niente..nessun bip..un silenzio "assordante" già,
NEPPURE UN MESSAGGIO D'AUGURIO DA PARTE TUA MASSIMO....

lo so che ti ho deluso mille volte..lo so...ma..
non trovo pace...convivo quotidianamente con miei mille perché...
 
 
Il cuore di una madre è un abisso in fondo al quale si trova sempre un perdono....
nel cuore  di un figlio NO....evidentemente...
Anche se anche sei  lontano, anche se ...sappi. io ci sarò sempre, anche l’oltre, anche solo per farti una carezza, anche se non mi vedrai, perchè nulla è più confortante e benefico della carezza di una madre.

Con tutto l’amore di cui sono capace;

La mamma


Ti voglio bene Massimo...
 

venerdì 21 marzo 2014

"II tempo guarisce tutte le ferite", così sento dire da sempre...forse è vero ma  penso che il tempo aiuti piuttosto a capire, a metabolizzare, insomma a cercare di farsene una ragione, le cicatrici restano e fanno anche male...il tempo è speranza insomma...così dicono....ma certe ferite nn guariscono mai ..le speranze son vane...le disillusioni sono tragica realtà...


mercoledì 19 marzo 2014

"Forse è per questo che Dio ci fa prima piccoli e vicini al suolo. Forse è perché sa che dovremo cadere spesso e sanguinare molto prima di imparare quell'unica semplice lezione. Si paga per quel che si ottiene, si ottiene ciò per cui si paga... E prima o poi quel che ti appartiene torna a te."

Sia nel bene che nel male....

E, ci sono i giorni più duri, bui anche a mezzogiorno, degli strappi improvvisi, quelli dei congedi definitivi, delle cose che non puoi cambiare, i giorni in cui paghi tutto e con gli interessi, quelli in cui una fitta che avevi dimenticato torna a farsi sentire.

lunedì 17 marzo 2014






Mi sento morire...

mi vien da vomitare..

sto proprio male...

al peggio non c'è mai fine..

al dolore si aggiunge sempre altro dolore..
è un continuo stillicidio..

 Tutti i dolori del mondo mi avvolgono,non mi abbandonano. come in una coltre nera.. non vedo niente,se non il buio di questa vita..e scivolo negli angoli più bui del mio essere, in questa valle dove trovo solo macerie difficili da ricostruire...così la disperazione più nera, ancor più della mia anima...dei miei sogni, delle mie illusioni..delle mie speranze...il vuoto al quale cerchi di dare un senso...il bene, il male, il passato, il futuro, sentirsi sospesa nell'incertezza, nella paura...allora piangi, sfogando quella rabbia che nessuno conosce, che ti impedisce di vivere...

E' come un vento gelido che arriva e agita...

...Cerco di resistere aggrappandomi a quelle forze le stesse che un tempo mi hanno abbandonato...ma la notte non finisce mai e dove tutto intorno è silenzio...

giovedì 13 marzo 2014

quando stringe la malinconia, morde la nostalgia..
mi manchi tanto  tesoro mio, manchi nel cuore..
manchi nella presenza..nel tuo respiro fastidioso,
mi manca il tuo "ciao mamy" la  tua camminata..
mi mancano tutte le tue cose...
il tuo disordine...il tuo silenzio..
i tuoi musi, i tuoi sorrisi ..
manchi nelle  ombre distorte e nel caffè alla mattina.
Mi manchi quando guardo  le pareti spoglie di questa casa e mi sento sola,
mi manchi quando mi siedo in terra a guardare il vuoto..

mi manchi quando allungo la mano per carezzarti...
mi manchi sempre Massimo, sempre sempre sempre....
non manchi nelle mie lacrime...
sono gocce d'amore per te...

      
è per te questo mio pensiero..
è per te figlio mio, l'abbraccio più forte del mondo...
tua mamy

giovedì 27 febbraio 2014

Donna con le spalle al mondo...

Mi sto stancando del MONDO...
di esistere..di vivere ..di respirare .. di lottare ogni santo benedetto giorno! 
Mi sto stancando di guardare fuori dalla finestra, di osservare il tempo che scorre...
di vedere i giorni  tutti uguali divenire settimane,mesi anni.. e nulla accade..
si sopravvive..
"si sta come le foglie negli alberi d'autunno"..già...
in attesa, perenne attesa. di qualcosa..qualcosa non di magico, non di miracoloso...
non di estremamente meraviglioso,
ma di qualcosa che dovrebbe essere naturale..normale!
come un sorriso sincero
e invece?
penso;  e tu, da quant'è che non sorridi Oriana?
una vita...
il mio volto ha preso le rughe..
rughe d'espressione, ai lati delle labbra.. di una tristezza pernenne  

che cos'è un  sorriso?
forse è l'anima del nostro cuore? l'espressione di noi stessi?
un modo spontaneo per manifestare un'emozione?
un piccolo grande gesto che dona una piccola luce..
tutti vorrebbero un sorriso, magari di prima mattina..
vorrei trovarne la definizione corretta, invece..
mi sto chiedendo quando si sorride..perché si sorride...
ho perso il sorriso, ho perso con lui la speranza..
ho perso tutto.. e tutto va avanti..
tutto passa e nulla torna PANTA REI..
che brutta espressione..

Dolori che si accumulano sulle macerie del mio passato..
come una casa crollata, quello che rimane di me...
sconfitte..

pane quotidiano;
il dolore per una figlia che soffre...che non trova pace...
il dolore per un figlio che vola come un aquilone; lontano..senza sapere dove approderà..

il dolore di una donna che non sa...
il dolore di una mamma che non è...


donna che teme tutto..
donna sconfitta, donna perduta...
donna vuota... 
donna con le spalle al mondo..








mercoledì 19 febbraio 2014

abbracciami

 
 
 
 
Massi, quante volte quando eri triste o arrabbiato  mi hai detto: mamma mi  abbracci?
volevi star meglio, volevi sentirti sicuro,protetto,lo so :)
Dio mio, quanta voglia ho io ora  di abbracciare te..
quanto mi manchi...
 
Ecco, adesso per stare meglio  avrei bisogno  io di un  abbraccio..
MASSIMO MI ABBRACCI?
 

domenica 16 febbraio 2014

"Scrivo perché ho bisogno di parlarti anche attraverso cose che non leggerai mai."...
è così...
cuore mio,
ti sto pensando forte forte, mi senti?
cuore di mamma che non smette di cercarti... di volerti parlare..
ti amo massimo...figlio mio...
una carezza sul tuo volto  sempre incazzato..
tesoro mio spero che tu stia bene..
buona notte, e un bacio,perchè te lo posso mandare vero?
ssshhhh non lo sa nessuno  :)
che il Buon Dio ti protegga...
ti stringo al cuore!


celinhabh:

 
                                                                           

martedì 4 febbraio 2014

dedicata ...

Soffriamo dei colpi che gli altri ci infliggono non tanto per il dolore delle ferite che causano, ma perché ogni colpo ci allontana irrimediabilmente da loro


sabato 28 dicembre 2013

"La carne copre le ossa
e ci mettono dentro una mente e qualche volta un’anima."


Massimo mi sento sola... Ieri sera Silvia mi ha detto che non vuoi più tornare in Italia, ho sentito lo stomaco chiudersi di brutto, mi veniva da vomitare, mi veniva da piangere, ma ho fatto la "dura".. ieri.
poi oggi ho vomitato e pianto. son stata male,lontana da tutti;


"Che io possa avere la forza di cambiare le cose che posso cambiare, che io possa avere la pazienza di accettare le cose che non posso cambiare… che io possa avere soprattutto l’intelligenza di saperle distinguere."

LETTERA A MIO FIGLIO SULLA FELICITA’*, Sergio Bambarén


Altre Frasi Di… Sergio Bambarén

Non dimenticare mai che l’amore che provo per te è come il vento: non potrai mai vederlo, ma potrai sempre sentirlo… Ovunque sarai.
Sergio Bambarén, da Lettera a mio figlio sulla felicità
*
Il segreto di un’esistenza felice e realizzata dipenda dalla direzione che si sceglie.
E la chiave, figlio mio, è imboccare la tua strada, nessun’altra, solo quella che ti detta direttamente il cuore.
Sergio Bambarén, da Lettera a mio figlio sulla felicità
*
Ascolta sempre la voce del cuore, Daniel: sarà lui a dirti chi sei.
Sergio Bambarén, da Lettera a mio figlio sulla felicità
*
La vita è breve… Perdona in fretta, bacia lentamente, ama davvero, ridi sempre di gusto… E non pentirti mai di qualsiasi cosa ti abbia fatto sorridere, oppure piangere.
Sergio Bambarén, da Lettera a mio figlio sulla felicità
*
Se cadi, rialzati, affronta le avveristà e trova sempre il coraggio di proseguire. Fai della tua esistenza qualcosa di spettacolare.
Sergio Bambarén, da Lettera a mio figlio sulla felicità
*
La sola battaglia che non puoi vincere è quella che non vuoi combattere.
Sergio Bambarén, da Lettera a mio figlio sulla felicità
*
Se ti fidi dei tuoi istinti e accetti la vita così com’è, un giorno sarai in grado di trovare la pace non solo solo nei momenti più felici, ma anche nelle occasioni in cui il gioco si fa duro. Perchè il segreto è semplice: è tutto nella nostra testa, la realtà è una condizione mentale, null’altro.
Sergio Bambarén, da Lettera a mio figlio sulla felicità
*
Abbandona il tuo guscio di certezze, esci dal coro: parti, va’ lontano. Abbatti tutte le pareti che hai innalzato intorno a te. Sii libero, lascia che il tuo spirito voli verso il tuo destino.
Sergio Bambarén, da Lettera a mio figlio sulla felicità
*
Posso confidarti un segreto? Non importa quanti anni vivrai, ma come li vivrai. Dai valore al tuo tempo. Se in futuro, per esempio, ti troverai a percorrere giorno dopo giorno il tragitto casa-ufficio al volante di un’auto, con gli occhi incollati sulla distesa d’asfalto di fronte a te, trova ogni tanto il coraggio di spezzare la routine e ritagliati un istante per goderti le piccole meraviglie della Natura: soffermati ad ammirare un tramonto, stupisciti davanti al volo di un colibrì…
Sergio Bambarén, da Lettera a mio figlio sulla felicità
*
Vivere in pace, figlio mio, è rispettare le opinioni altrui e dare molto, molto di più di quanto si prende.
Sergio Bambarén, da Lettera a mio figlio sulla felicità
*
Puoi sentirti vecchio pur essendo soltanto un ragazzino se non vivi un giorno per volta, se smetti di sognare, se vendi il tuo spirito in cambio del conforto della sicurezza.
Sergio Bambarén, da Lettera a mio figlio sulla felicità
*
Un’ultima cosa prima di concludere questa lettera: cerca sempre di scoprire il mondo con i tuoi occhi, e non attraverso quelli degli altri. Solo così potrai trovare la verità.
*
Le uniche cose che ti appartengono davvero sono i tuoi sogni e la libera volontà di vivere la vita nel modo in cui desideri farlo. Tutto il resto lo prendiamo soltanto in prestito.
Sergio Bambarén, da Lettera a mio figlio sulla felicità